0

Blog

'SASSICAIA 2015 E I SUOI FRATELLI' TREGUSTAZIONE "ALLA CIECA" BOLGHERI DOC

Si è già detto tutto. Aggiungiamo solo una riflessione: la tregustazione alla cieca non perdona, gusto personale, giudizio tecnico ed estetico si fondono per misurare l'emozione di un vino. Alla cieca decidono i sensi o meglio i "sensori" individuali che sono assolutamente autentici. Leggi tutto

  • 9
  • 0 Commenti

La vendemmia perfetta! Brunello 2010

Cosa ha di speciale l’anno 2010? Inverno e primavera ricchissimi d’acqua. Luglio molto molto caldo. La maturazione è stata lenta e regolare per cui la maturità tecnologica (acidità e zuccheri) è andata di pari passo con quella polifenolica e i vinaccioli si sono lignificati all’inizio di settembre. I grappoli che arrivavano in cantina erano perfetti quelli che ogni vignaiolo sogna’ Donatella Cinelli Colombini Leggi tutto

  • 8
  • 0 Commenti

Selosse, la determinazione di un talento. Serata di degustazione di Sommelierdellasera.

Non fermarti a ciò che ti dicono, non fermarti a ciò che vedi, non fidarti solo di ciò che sai. Mettiti in ascolto, e abbraccia la libertà. Ascolta, libera l’immaginazione. Lo stupore ti attende là, dove tu non sai nemmeno di potere arrivare. Leggi tutto

  • 6
  • 0 Commenti

Verticale Cristal e dintorni by Sommelierdellasera

C'è chi dice che con l'annata 2008 e con i suoi 100/100 la maison Louis Roeder abbia creato l'opera perfetta, proviamo a scoprirlo con una verticale che va dal Roederer Demi sec Blanc de Blanc-Roederer Brut Premier -Roederer Brut Nature Strarck -Cristal 2004-Cristal 2006-Cristal 2007-Cristal 2009-Cristal 2008. Leggi tutto

  • 3
  • 0 Commenti

Abbiniamo il dolce al vino. Ma c’è dolce e dolce!

Con un dolce va assolutamente abbinato un vino dolce e non un vino secco! Si, facile! Ma noi siamo sommelier e vogliamo andare oltre, perchè c’è dolce e dolce. Ecco allora cosa bere con i dolci durante queste feste. Leggi tutto

  • 1
  • 0 Commenti

Assenzio. Storia della fata verde.

Scrittori come Baudelaire, Rimbaut, Verlaine o pittori come gr Gogh e Manet lo assumevano con il laudano, un composto a base di oppio macerato che assumeva così proprietà allucinogene; oltre che catalizzatore artistico, l’assenzio costruì una vera propria tendenza fatta di eccessi, sregolatezza dell’ambiente borghese. L’olio essenziale, infatti, che si ricava dalle foglie di artemisia absinthium contiene una sostanza chimica chiamata tujone, con effetti simili al THC della cannabis, capace di alterare i sensi. Decadentismo e vita bohémienne esplosero in tutta Europa e possiamo dire che parte dei meriti vanno di certo alla “fata verde“. Leggi tutto

  • 1
  • 0 Commenti

Serata indovigna cosa bevi 'I bianchi'

Abbiamo dato seguito alla serata Indovigna cosa bevi 'I rossi' con questa dedicata ai vitigni bianchi. Sempre alla cieca, per diminuire ogni condizionamento derivante dal nome e dal marketing, abbiamo fatto allenamento sensoriale. Vini imbustati in velluto nero con numero rosso vivo, parte la serata Sommelierdellasera. Dieci vini suddivisi in 3 batterie, tra l'una e l'altra "costruttivo confronto". Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti

L’Etna! Vitigno autoctono e uomo autoctono, Il Nerello Mascalese in degustazione

Don Peppi!! Comè questo vino? ‘E’ bello… lu sapi’’! Don Peppino che regina (uva ) ha! ’chesto e scemo a’ nostra siamo ca’, che uva voi che abbia’ Ma quale? ‘chidda nera’ E la vigna come piantata ‘e’ chiantata a nostrana’. Leggi tutto

  • 1
  • 0 Commenti

Bevi meglio, TREGUSTA! A noi piace così

A noi piace ‘Tregustare’. No, non è un errore di ortografia, dopo “petaloso”, utile termine anche per il sommelier nella descrizione del sentore floreale, “tregustare”, per noi, è la degustazione a 360 gradi. Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti

Il profumo dei vini bianchi e la ruota degli aromi “Il Respiro del Vino”

“Il vino è la sintesi sorprendente dei profumi di tutto ciò che ci circonda, perchè ha nella sua natura più profonda le tracce della terra, dei fiori, dei frutti, delle spezie, del mare, della montagna, del vento, della luce e di tante altre cose che nobilmente rappresenta. Il vino è il mondo intero in un bicchiere” Prof. Luigi Moio Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti

Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva L’Amore!

… e dal ‘Carro di Bacco’ che per l’ Italia, bella di vino maschere e amor si muove, s’ode un coro: ”Donne e giovinetti amanti, viva Bacco e viva Amore! Ciascun suoni, balli e canti! Arda di dolcezza il core! Non fatica, non dolore! Ciò c’ha esser, convien sia. Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c’è certezza.” Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti

Matelica e Jesi ‘Verdicchio o verdicchi?’

Il Verdicchio è sicuramente la più importante espressione enologica delle Marche. Un vitigno a bacca bianca che dona vini tra i più longevi e complessi del nostro paese. Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti

E i vini Kosher?

Chiarito in maniera semplice ma efficace la differenza tra vini biologici, biodinamici, naturali e vegani, conosciamo i vini Kosher. Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti

Vino e Carnevale: mettiamoci la maschera e saliamo sul “Carro di Bacco”

Il Carnevale ha una tradizione antichissima nel nostro paese ed ha un significato importante, è il simbolo del ‘rinnovamento’. Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti

Purosangue del metodo classico: Franciacorta o Trento doc ?

Ogni batteria ha presentato una “sfida” fra un vino Franciacorta docg ed un vino Trento doc con caratteristiche pressoché uguali, stessi vitigni e percentuali di utilizzo, periodo di affinamento e residuo zuccherino. Leggi tutto

  • 0
  • 0 Commenti
Vis. da 1 a 15 di 23 (2 Pagine)